Osteopatia

Osteopatia

La struttura governa la funzione” L’Osteopatia è una forma di assistenza sanitaria manuale che riconosce l’importante legame tra la struttura del corpo e la sua funzione. Gli osteopati focalizzano il loro approccio su come lo scheletro, le articolazioni, i muscoli, i nervi, la circolazione, il tessuto connettivo e gli organi interni funzionano nella globalità. Attraverso una valutazione competente, una diagnosi, e una vasta gamma di tecniche manuali, gli osteopati possono identificare le disfunzioni nel corpo. Il trattamento osteopatico include tecniche come lo stretching e la mobilizzazione per il trattamento generale dei tessuti molli, così come la manipolazione del sistema muscolo- scheletrico, dei tessuti connettivi e degli organi. Il trattamento manipolativo osteopatico è molto importante per preservare l’omeostasi interna del nostro organismo, difatti è importante sottolineare che ogni giorno il nostro corpo viene sottoposto a stress di vario genere; fisici, mentali, traumatici ecc , che tendono ad innalzare il carico allostatico. Viene definito carico allostatico appunto tutta quella serie di adattamenti che l’organismo mette in atto per preservare l’omeostasi interna . Quando il carico allostatico è troppo alto, l’ omeostasi interna non viene più preservata proprio perchè il nostro organismo non ha più possibilità di adattamenti andando incontro alla patologia. L’adattamento ha un costo che si esprime in termini di economia, equilibrio e confort. Cioè un organismo che deve adattarsi ad una parte in lesione si muoverà in maniera meccanicamente non ottimale quindi poco economica, non sarà più in equilibrio e potrà presentare sintomi dolorosi o impedimenti funzionali. Molto spesso accade che un paziente presenti più di una disfunzione osteopatica; in tal caso l’organismo subisce un adattamento ancora più costoso e la salute della persona può essere compromessa in maniera anche grave. Un aspetto interessante della disfunzione osteopatica è che essa spesso non è percepibile direttamente dal Paziente. Per esempio una disfunzione localizzata a livello del palato non provoca dolori in bocca come una disfunzione dello stomaco non è detto che provochi mal di stomaco. La disfunzione osteopatica, inoltre, provoca spesso sintomi distanti rispetto alla propria sede di origine e quindi difficilmente riconducibili direttamente ad essa. Un esempio banale è il classico starnuto che provoca mal di schiena o veri e proprio blocchi vertebrali; non è lo starnuto in se per se o il colpo d’ aria, ma il tutto è espressione di una situazione di saturazione, di una mancanza di possibilità di adattamento da parte dell’organismo. Il trattamento manipolativo osteopatico serve ad abbassare il carico allostatico per preservare l’omeostasi interna e quindi la salute. I principi sui quali si basa questa terapia sono: globalità e capacità di auto guarigione del corpo, relazione tra struttura e funzione. L’osteopatia, quindi, attraverso un trattamento manuale, cura cercando di restituire al corpo la capacità di svolgere correttamente la propria funzione. Interviene laddove si è venuta a creare una limitazione di movimento, in una o più zone del corpo, tale da alterare l’equilibrio posturale dell’individuo.

DOTT. Federico Filippi

logo Associazione Silè
Via Fiume Bianco 75 Roma

Richiedi informazioni

Accetto le regole sulla Privacy e Cookie
Accetta   Rifiuta 

Il presente sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Clicca qui per prendere visione dell'informativa.